Superbonus 110% per Privati, Condomìni ed Enti

L'offerta di SANFELICE 1893 Banca Popolare a supporto degli interventi di riqualificazione degli immobili collegati alle agevolazioni fiscali previste dal Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus fiscali edilizi.

Chi sono i beneficiari dell'offerta?

I beneficiari delle agevolazioni fiscali previsti dalla normativa Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus fiscali edilizi sono:

  • le Persone fisiche (al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni);
  • Condomìni;
  • Gli Istituti autonomi case popolari (IACP) o enti con le stesse finalità;
  • le Cooperative di abitazione a proprietà indivisa;
  • le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, di volontariato e associazioni di promozione sociale (queste ultime solo province autonome di TN e BZ);
  • Le Associazioni e società sportive dilettantistiche (solo per interventi su spogliatoi).

Questi soggetti devono possedere o essere titolari di un diritto di godimento sull’immobile oggetto degli interventi.

Gli ambiti di intervento del Superbonus 110% riguardano gli immobili che hanno le seguenti caratteristiche:

  • Singole unità immobiliari (max 2 per singolo proprietario escluse categorie catastali A1, A8 e A9);
  • Parti comuni di edificio.

SANFELICE 1893 Banca Popolare propone la possibilità di cedere il credito di imposta che maturerà per i lavori effettuati, sia nell’ambito dell’iniziativa Superbonus 110% sia per gli altri bonus fiscali "edilizi", quali ad esempio Ecobonus, Sismabonus, o Bonus facciate.

Inoltre, mettiamo a disposizione delle linee di credito a breve termine (il cosiddetto prestito "ponte") per fornire la liquidità necessaria per l’avvio dei lavori (per pagare le fatture dei lavori o, per le imprese, per pagare l'acquisto delle materie prime, ecc.).
 

Le soluzioni per le tue esigenze

Si potrà cedere il credito d’imposta maturato in due modalità: 

  1. Cessione del Credito di imposta senza prestito ponte; 
  2. Cessione del Credito di imposta con prestito ponte.

Nel primo caso la cessione del credito di imposta avverrà senza la concessione preventiva di una linea di credito. 

Nel secondo caso, la Banca potrà concedere una linea di credito che sarà utilizzata per pagare esclusivamente le fatture dei lavori effettuati, previa valutazione del merito creditizio.

La linea di credito sarà rimborsata con il ricavato del credito fiscale ceduto alla Banca.
 

La Cessione del Credito di imposta senza prestito ponte

La Cessione del credito di imposta senza prestito ponte è la soluzione pensata per i clienti che intendono sostenere il costo dei lavori con la propria liquidità.

Con questa operazione i clienti potranno cedere il credito fiscale alla Banca che lo acquisterà ad un prezzo prestabilito (a stato avanzamento lavori o a fine lavori).

Il controvalore dell'acquisto verrà accreditato sul conto corrente del cliente una volta ricevuto il credito sul proprio cassetto fiscale.

Gli adempimenti richiesti per questa modalità sono i seguenti:

  1. Valutazione della documentazione di progetto circa il rispetto ai requisiti normativi;
  2. Cessione del credito e liquidazione sul conto corrente del cliente.

 

La Cessione del Credito di imposta con prestito ponte

La concessione di una linea di affidamento a breve termine da parte della Banca, previa valutazione del merito creditizio, è la soluzione adatta ai clienti che necessitano di un supporto finanziario per sostenere i lavori nel proprio immobile. 
Con questa operazione, il cliente potrà pagare i lavori senza utilizzare la propria liquidità si impegna a cedere alla Banca il credito di imposta maturato, che verrà utilizzato per estinguere la linea di affidamento.

I soggetti interessati potranno richiedere una linea di credito, senza alcun costo di istruttoria, per avere una copertura finanziaria che può arrivare fino all'intero importo dei lavori con le seguenti caratteristiche:

  • durata massima: 18 mesi;
  • importo massimo del credito: fino al 100% dell’importo totale delle spese da sostenere.

La linea di affidamento verrà concessa all’inizio dei lavori e la disponibilità in conto verrà ripristinata ad ogni stato avanzamento lavori (ove presente).

L’affidamento può essere concesso per un periodo di tempo determinato della durata massima di 18 mesi, mediante accensione di un conto corrente a termine dedicato all’iniziativa e senza costi fissi.

Il conto corrente dedicato dovrà essere mantenuto aperto fino alla conclusione dei trasferimenti del credito di imposta. 

La linea di credito dovrà essere utilizzata esclusivamente per pagare gli interventi che danno diritto ai benefici fiscali e nel limite massimo dell’importo del credito fiscale ceduto, mentre le somme derivanti dalla cessione del credito fiscale dovranno essere utilizzate per rimborsare la linea di credito concessa.

Di seguito gli adempimenti richiesti per questa modalità:

  • Valutazione della documentazione di progetto circa il rispetto dei requisiti normativi
  • Richiesta di finanziamento
  • Svolgimento dei lavori
  • Fine dei lavori o eventuale indicazione del loro stato di avanzamento (SAL)
  • Cessione del credito e liquidazione sul conto corrente dedicato
  • Estinzione del finanziamento

 

Il prezzo di acquisto del Credito di imposta

In entrambe le soluzioni SANFELICE 1893 Banca Popolare riconoscerà i seguenti corrispettivi:

  • Credito d’imposta riferito al Superbonus 110% (recupero in 5 anni): Euro 102,00 per ogni Euro 110,00 acquistati, pari al 92,73% dell’importo del credito di credito di imposta acquistato.
  • Credito d’imposta riferito ad altri bonus fiscali (recupero in 5 anni): Euro 90,91 per ogni Euro 100,00 acquistati, pari al 90,91% dell’importo del credito di credito di imposta acquistato;
  • Credito d’imposta riferito ad altri bonus fiscali (recupero in 10 anni): Euro 80,00 per ogni Euro 100,00 acquistati, pari al 80,00% dell’importo del credito di credito di imposta acquistato. 
     

Il Servizio di conformità fiscale

Al fine di presidiare gli aspetti di conformità fiscale correlati e propedeutici alla cessione dei crediti fiscali, SANFELICE 1893 Banca Popolare, ha avviato una partnership con la società Deloitte per offrire un servizio facoltativo finalizzato a supportare la raccolta e verifica della documentazione, ad ottenere il rilascio del visto di conformità* (ove previsto) e a trasferire alla Banca il credito fiscale maturato.

Per accedere al servizio è necessario richiedere il voucher in filiale.

Un portale dedicato ti accompagnerà in tutte le fasi del progetto, con una consulenza specializzata su ogni agevolazione fiscale:  Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus edilizi.

Tramite il portale sarà possibile ottenere:

  • il supporto per individuare la documentazione da produrre in ciascuna fase dei lavori;
  • il controllo della documentazione prodotta dal punto di vista fiscale, per garantire il costante rispetto della regolamentazione vigente;
  • Il rilascio, ove previsto, del visto di conformità che certifica il rispetto di tutte le attività amministrative richieste dalla normativa;
  • Il trasferimento del credito d’imposta maturato dal cassetto fiscale del cliente a quello della Banca.

*Il visto di conformità è uno dei documenti obbligatori previsto dall’art. 119 del Decreto Rilancio, documento che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta.

L’esito della verifica condotta da Deloitte non garantisce l’accoglimento della domanda di affidamento presentata alla Banca, che si riserva la valutazione del merito creditizio.
 

Come fare ?

Rivolgiti ad una della nostre filiali per avere maggiori informazioni sulla Cessione del credito di imposta e sulla eventuale richiesta di affidamento.

Consulta inoltre il Foglio informativo per prendere visione delle condizioni economiche. 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Per le condizioni contrattuali del prodotto illustrato e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al Foglio Informativo a disposizione della clientela presso tutte le Filiali della Banca e nella sezione Qui informazioni sulla Trasparenza